Il calcio azzurro(in crisi) sopra il cielo del Viareggio Cup

Gianfranco Zola: “ non abbiamo più giocatori di valore internazionale”.

(27/03/18. La Gazzetta dello Sport).

“Siamo fuori dal Mondiale. Ripensare a quello che è accaduto non ha più senso ormai- sostiene uno dei maggiori talenti calcistici Italiani degli anni 90/2000-. Ma c’è un dato inequivocabile-dichiara- non abbiamo più giocatori di valore internazionale”.

In Italia, prosegue Zola, “a parte Insigne e Verdi -che non ha ancora trovato spazio in Nazionale, non abbiamo giocatori capace di saltare l’uomo. In poche parole: -“mancano i talenti”.

Zola, nel prosieguo dell’intervista analizza le ragioni della crisi: “Penso che gli elementi base nel calcio siano due: vivai e dilettanti. Nei vivai ha prevalso negli ultimi anni il concetto di vincere e non quello di formare. I settori giovanili sono pieni di stranieri perché si punta sui risultati e non sulla crescita dei talenti”.

Come sostiene Zola continuare ad interrogarsi sui tanti perché di questa crisi senza precedenti serve davvero a poco.

Dunque, come si può invertire il trend e puntare forte sullo sviluppo dei talenti?

Da anni ormai noi football mental coach sosteniamo l’importanza di intervenire sull’area mentale così come si pianifica quella tecnica, fisica e tattica. E di farlo sin dalle scuole calcio.

Come ci insegna la Programmazione Neuro Linguistica, uno strumento fondamentale per noi coach sportivi, tutto ciò che comunichiamo agli altri e soprattutto a noi stessi influisce in modo determinante sul nostro modo di pensare e di agire.

Con il football mental Coaching è proprio il modo di pensare e di agire del  giovane calciatore orientato alla realizzazione di se, alla crescita personale, che ne valorizza il talento.

È un metodo ad hoc per lo sviluppo delle potenzialità, di tutte quelle abilità (concentrazione, rilassamento, dialogo interno, leadership ecc) da affinare, per l’appunto, seguendo specifici training. 

Un metodo indispensabile per i giovani calciatori e per i loro istruttori. Sta al coach, personalizzarlo, adattandolo alle esigenze dei singoli e dei team con cui lavora.

È bello e sorprendente assistere ai progressi dei giovani calciatori e degli istruttori che si affidano a me. Tutte le volte che il talento di un adolescente, in precedenza messo in discussione, emerge e si manifesta con gesti tecnici e tattici “visualizzati” in sessione, grazie anche al Training per l’utilizzo di un dialogo interno positivo, credetemi, è una grandissima gioia.

Cosi come assistere all’esordio di un giovane allenatore (il più giovane d’Italia) tra i professionisti, cresciuto anche grazie al mio metodo, è davvero sorprendente, gratificante.

Gioia, sorpresa e tutte le altre emozioni che smuovono da dentro il mondo del calcio e che, allo stesso modo, permettono al talento di esprimersi liberamente. Le stesse emozioni hanno animato la finalissima tra Inter e Fiorentina del 70^ Viareggio Cup, vinta dai nerazzurri, ai supplementari, per 2 reti a 1.

I giovani campioni nerazzurri in festa

Una bellissima partita all’italiana, grazie alla quale, oggi, le luci della ribalta sono tutte per loro, i protagonisti (stragrande maggioranza di italiani) in campo. Oggi, non c’è crisi che tenga.

Talenti purissimi su cui continuare a credere e talenti da far esplodere investendo su tutte e 4 le aree di crescita. TECNICA, TATTICA, FISICA E MENTALE.

Su tutti i talentuosi protagonisti della finalissima, due classe 99 si sono messi in grande evidenza e rappresentano già un valore internazionale.

Sono il faro del centrocampo nerazzurro Tommaso Brignoli, e l’esterno sinistro viola Riccardo Sottil, uno che l’uomo, nell’uno contro uno, lo salta eccome.

daniele maiorana

Clicca su questo link per leggere la sintesi dettagliata della finallissima. http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Inter/28-03-2018/viareggio-cup-inter-fiorentina-sottil-belkheir-vergani-260103475774.shtml

 

Tommaso Brignoli
Riccardo Sottil

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.