Stress. Sindrome della bilancia e buoni propositi.

Su e giù dalla bilancia, perennemente in sovrappeso, logorio mentale e fisico, tutta colpa dello stress?

In effetti, gli ormoni dello stress incidono sulle nostre attività metaboliche, rallentandole.

Il nostro sistema nervoso si attiva di fronte a ciò che percepisce come un pericolo imminente o una sfida impegnativa.

Davanti a una minaccia concreta, gli ormoni dello stress liberano nel sangue il glucosio immagazzinato nel fegato e nelle fibre muscolari.

La glicemia aumenta, si alza il livello di energia metabolica disponibile e ciò permette la reazione immediata legata alla lotta o alla fuga. Un meccanismo istintivo, atavico, che ha garantito la sopravvivenza della nostra specie. 

La nostra mente, in caso di pericolo, è programmata per lottare o darcela a gambe

La  nostra mente è programmata solo per questo. Oggi, le minacce sono sempre più legate a fattori relazionali ed intimi come la gestione di umori e stati emotivi. Fattori cronici e immateriali, come la paura di fallire, le liti familiari, i pessimi rapporti professionali.

Ciò fa si che la glicemia nel nostro organismo tende a essere costantemente  elevata a causa degli ormoni corticosteroidi. Una tempesta ormonale che, determina la sindrome metabolica, causa, tra l’altro, di obesità addominale, valori anomali dei lipidi nel sangue e predisposizione agli stati infiammatori.

? una ricerca del 2005 (Wiesli Università di Zurigo), dimostra come il cortisolo, ovvero l’ormone dello stress, rallenti il metabolismo, compromettendo anche il funzionamento della leptina, l’ormone che controlla il senso di sazietà.

Per cui, quando sei stressato/a e mangi di più, soprattutto cibo spazzatura è fisiologico. Eppure ti senti dire che sono tutte stronzate, al lavoro, a casa, persino in palestra ti ripetono: “no pain no gain”, devi allenarti, lavorare duro, soffrire, ignorare la fame ecc ecc.

Fuori tutti sottovalutano il livello del tuo stress

mentre a casa litighi perennemente con la bilancia.

Da Personal Coach, allenatore mentale e fisico, ti invito prima di tutto a capire bene cosa sia davvero questo maledettissimo stress. Quindi a fare di tutto per contrastrarlo.

STRESS: sindrome generale di adattamento. Lo stress non dipende tanto da cosa facciamo o da ciò che ci capita quotidianamente, quanto piuttosto dal modo in cui interpretiamo tutto ciò.

La suddetta tempesta ormonale genera quell’energia positiva conosciuta come eustress (lo stress positivo). Purtroppo ogni giorno a casa, in ufficio, in mezzo alla gente subiamo passivamente tante situazioni che ci sembrano insormontabili e che soprattutto generano disagio, senso di impotenza. Tutto questo è il distress, lo stress negativo.

Il più delle volte, dunque, lo stress è generato dalle nostre stesse “interpretazioni” di quei problemi che ci sembrano insuperabili.

Il vero lavoro inizia da qui. Focalizzare la natura del problema su cui intervenire per trovare soluzioni concrete in grado di generare equilibrio interiore e metabolico.

Siamo perennemente in bilico tra eustress e distress.

Lottiamo a denti stretti per rigenerare energia positiva e qualità delle performance, personali, professionali e sportive.

Dai tuoi rinnovati buoni propositi dipende anche la qualità dello stress, inteso come energia positiva. Eustress.

Tutta questione di strategie da adottare. Una di queste è il Coaching o meglio il Mentality Coaching.

Un percorso che ti permetterà di ridurre lo stress negativo attraverso la pratica di alcune attività sportive (come la camminata veloce metabolica), esercizi specifici e tecniche di rilassamento per allenare soprattutto la mente.

Entra nella mia palestra della mente per saperne di più.

clicca qui ▶️ https://www.dmpersonalcoach.it/palestra-della-mente/

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.