L’allenamento della forza mentale è da intendersi come l’allenamento per lo sviluppo della forza fisica.

La forza mentale è la capacità di attivare il muscolo cognitivo dell’attenzione, deputato a sviluppare la concentrazione di atleti, professionisti e non, e di chiunque, in ogni ambito della propria vita, intenda esprimersi al massimo delle proprie potenzialità.

La forza mentale è intesa, dunque, come l’abilità a concentrarsi. Focalizzare: dall’inglese to focus, ovvero, “mettere a fuoco” tutto ciò di cui si ha bisogno per raggiungere uno scopo, una meta, un obiettivo o un  semplice risultato. 

Che tu sia un atleta, un professionista, uno studente, un uomo o una donna in rinascita, cambia poco, devi innanzitutto  “mettere a fuoco” ciò che stai facendo nel momento in cui lo fai, ed impegnarti al massimo di ciò che puoi per raggiungere un risultato positivo.

L’allenamento della forza mentale serve proprio a questo.

Bellissime parole ma nella realtà di tutti i giorni chi è davvero consapevole di quanto incida la forza mentale nel raggiungimento dei propri risultati?

Riconosco che quando si parla di allenamento mentale e concentrazione si alimenta troppa confusine, associando il Coaching alla terapia e di conseguenza il coach allo psicologo. 

Il Coach si occupa di mentalità vincente e di risultati legati ad essa; lavora sull’atteggiamento mentale, si focalizza sul presente e s’interessa del trascorso di chi lavora con lui (in assenza di patologie) solo se il passato ne limita le performance.

Il Coach per sviluppare la forza mentale segue un metodo che adatta alle caratteristiche di chi si affida a lui. Da Mental coach alleno la mente come si allena un muscolo, alla stessa stregua degli altri gruppi muscolari.

Il muscolo ha bisogno di allenamento e riposo, perché se non lo alleni o lo alleni poco e male non si rafforza, allo stesso modo, se lo alleni troppo rischi un affaticamento. 

L’efficacia dell’allenamento della forza mentale dipende dalla consapevolezza dell’atleta (vedi foto e testimonianza in basso) e dalla fiducia che lo stesso ripone nel coach e nel suo metodo.

Federico Di Carlo: “usate la forza mentale tennisti”

https://www.ubitennis.com/blog/2015/12/27/federico-di-carlo-usate-la-forza-tennisti/

Il mio metodo nello specifico?

Con la stessa cura del mental training attivo (workout mirati) presto molta attenzione alla fase mentale di defaticamento, quando il focus è in stand by, ovvero, quando il muscolo della mente è a riposo o meglio dovrebbe esserlo.

Qual è la differenza tra ciò che è e ciò che dovrebbe essere?

Prova a immaginare: sei appena uscito da una giornata intensa di lavoro, studio o allenamento massacrante; sei in preda a pensieri tutti tuoi e magari parli pure da solo, dicendotene di tutti i colori. Ti succede spesso, lo so.

La tua mente è a riposo eppure non stacca mai, stacchi solo fisicamente dai tuoi impegni quotidiani, te li porti spesso in giro, dentro e fuori di te, per il resto della tua giornata.

Morale?

Alleni il muscolo della forza mentale troppo e male. Anche per questo non ottieni i risultati sperati.

NB. Se vuoi approfondire la tematica dell’allenamento mentale, non esitare a contattarmi. Se ne vuoi sapere di più ho già scritto un blog specifico che puoi leggere cliccando qui ? https://www.dmpersonalcoach.it/2018/07/02/allena-mente/

 

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.